Immagini per conoscere luoghi, monumenti, attrazioni ed eventi di Cuneo e della Provincia Granda

03 agosto, 2011

La Valle delle Leggende - Valle Grana

fotografia Valle Grana
Tolosano



La Valle delle Leggende è una caccia al tesoro fotografica che si svolge ormai da qualche anno in Valle Grana.
E' organizzata dall'Associazione Culturale La Cevitou con lo scopo di promuovere la conoscenza del territorio.
Gli iscritti devono, mappa alla mano, seguire le orme di Jacques, un viandante cataro che percorre i sentieri delle nostre valli incontrando figure malefiche e personaggi fantasiosi.
Si arrivano così a scoprire e fotografare luoghi "leggendari" della Valle Grana(almeno per i promotori) e a percorrere sentieri che nemmeno si conosceva l'esistenza.
Vince chi avrà saputo scovare, interpretare ed immortalare meglio i siti misteriosi.
Noi abbiamo partecipato lo scorso anno classificandoci quinti.
Chi volesse partecipare a questa esperienza divertente, creativa e particolare può leggere l'approfondimento su Beico - La finestra online della Valle Grana




La Valle delle Leggende   -§-   Valle Grana


The Valley of Legends is a photographic treasure hunt that takes place for some years in Grana Valley.
It is organized by The Cultural Association Cevitou with the aim of promoting knowledge of the area.
Members must, map in hand, following in the footsteps of Jacques, a Cathar wanderer who walks on the paths of our valleys encountering villains and imaginative characters.
The participants arrive to discover and photograph "legendary" places of Grain Valley (at least for the promoters) and follow paths that don't even know existed.
Wins who is able to track down, interpret and capture in the best way the mysterious sites.
We participated last year placed fifth.
Anyone wishing to participate in this experience fun and creative can read the detail on Beico - La finestra online della Valle Grana.



fotografia Valle Grana
Lou Servanot

02 agosto, 2011

Parrocchiale di Santa Maria Assunta a Pontebernardo


fotografia pontebernardo


Nell'abitato di Pontebernardo, frazione di Pietraporzio, si trova la piccola Chiesa di Santa Maria Assunta.
L'edificio, di origini medioevali, si presenta con una facciata alquanto semplice, dipinta in epoca recente e con portale sovrastato da un affresco che immortala Santa Maria Assunta. Rifatta intorno al 1600 ha accanto a sè un alto campanile in pietra della stessa epoca.
L'interno, a tre navate, conserva una croce del XVI secolo usata durante le processioni.

Parrocchiale di Santa Maria Assunta a Pontebernardo   -§-   Church of Santa Maria Assunta in Pontebernardoo


In the town of Pontebernardo there is the small Church of Santa Maria Assunta.
The building which has medieval origins, presents a rather simple façade, painted in recent times and a portal surmounted by a fresco that captures Santa Maria Assunta. It was rebuilt in 1600 and has beside its a tall stone tower of the same era.
The interior with tree naves, has a cross of the sixteenth century, used during the processions.


fotografia pontebernardo

01 agosto, 2011

Un piccolo paese in una grande valle: Pontebernardo


fotografia pontebernardo


Siamo a 1322 metri di altitudine nella Valle Stura.
Qui, lungo la strada del Colle della Maddalena, a 15 chilometri dal confine francese e a ridosso di un'alta e masiccia parete rocciosa denominata "le Barricate" sorge Pontebernardo.
Si tratta di un piccolo gruppo di case in pietra, ben ristrutturate, frazione del comune di Pietraporzio distante pochi chilometri a valle.
L'attività principale, come testimoniano le figure pavimentali del centro, è l'allevamento della pecora sambucana, presente in valle sin dai tempi più antichi ed ora fortemente rivalutata grazie all'azione di Slow Food.
Questo piccolo borgo che, come ricorda uno striscione, ha dato i natali a Stefania Belmondo, campionessa cuneese dello sci nordico, rappresenta un buon punto di partenza per escursioni ed un oasi di pace e relax.

Pontebernardo   -§-   Pontebernardo


We are at 1322 meters altitude in the Stura Valley.
Here, along the road of the Colle della Maddalena, 15 kilometers far from the French border and close to a high and massif rock called "The Barricades" rises Pontebernardo.
This is a small group of houses made of stones, beautifully restored, in the municipality of Pietraporzio that is just a few miles downstream.
The main activity, as evidenced the figures on floors, is the breeding of sheep Sambucana, present in the valley since ancient times and now strongly appreciated by the action of Slow Food.
This small village, as recalled by a banner, gave birth to Stefania Belmondo, the Cuneo's champion of Nordic skiing, is a good starting point for excursions and an oasis of peace and relaxation.


fotografia pontebernardo

31 luglio, 2011

Loggetta delle Grottesche nei Castelli di Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


La Loggetta delle Grottesche è senza dubbio una delle sale più belle dei Castelli di Lagnasco.
Si trova nell'edificio di Levante ed è attigua al Salone degli Scudi.
A renderla particolare ed unica sono i begli affreschi a grottesca d'ispirazione nordica che la decorano.
Sulle pareti tra lunghi rami intrecciati s'insinuano buffe creature, mentre su un albero spoglio, le cui radici prendono vita da un satiro dormiente, trovano dimora piccoli spiritelli.
Particolari anche colonne che separano la loggia dalla sala degli scudi. Riportano personaggi immaginari, metà umani e metà bestie

Loggetta delle Grottesche Lagnasco   -§-   Loggia of the Grotesque in Lagnasco


The Loggia of the Grotesque is without any doubt one of the most beautiful halls of the Castles of Lagnasco.
It is located in the Levante building and is adjacent to the Hall of Shields.
What made it special and unique are the beautiful grotesque frescoes inspired by the Nordic tradition.
On the walls between decorations of long branches twisted creep funny creatures, while on a bare tree, whose roots come to life from a satyr sleeping, little goblins are homed.
Particular columns separate the loggia from the Hall of the shields. They're painted with imaginary characters, half human and half beast.


fotografia castelli lagnasco

30 luglio, 2011

La Fabbrica dei Suoni - Venasca


fotografia fabbrica dei suoni venasca


Non tutti sanno che Venasca, piccola città alle porte della Val Varaita conosciuta per la produzione di castagne, ospita un museo molto particolare, una sorta di laboratorio nato dall'idea geniale di permettere a tutti di avvicinarsi al mondo delle note musicali: la Fabbrica dei Suoni.
Proprio come dice il suo nome, questo spazio è una vera e propria officina dove i visitatori, grandi e piccini, scoprono cos'è il suono e cos'è il rumore, sperimentano e si avvicinano ai diversi strumenti musicali, comuni o meno, provenienti dal tutto il mondo.
Guidati da simpatici animatori ci si trasforma in operai che mettendo insieme materie prime, ritmo e vibrazione arrivano al prodotto finito: il suono.
Un modo simpatico per trascorrere una domenica pomeriggio.


La Fabbrica dei Suoni di Venasca   -§-   The Sound Factory in Venasca


Not everyone knows that Venasca, a small town on the outskirts of Varaita Valley known for the production of chestnuts, there's a very special museum, a kind of laboratory born form the a brilliant idea to allow everyone to approach the world of musical notes: the Sounds Factory .
Just as its name suggests, this space is a real workshop where visitors, young and old, find out what is a sound is and what is a noise, experience and approach to different musical instruments, common or otherwise, coming from all around the world.
Led by friendly animators visitors turn into workers that putt together the raw materials, rhythm and vibration to obtain the finished product: the sound.
A nice way to spend a Sunday afternoon.


fotografia fabbrica dei suoni venasca

21 luglio, 2011

Sala della Giustizia nei Castelli di Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


La sala di rappresentanza, più conosciuta come Sala della Giustizia è una delle sale visitabili nel Castello di Ponente a Lagnasco.
Qui le decorazioni seguono il tema della giustizia, con scene ispirate all'imperatore Tiberio intervallate da motivi a grottesca e paesaggi inventati di Arbasia.

Sala della Giustizia Lagnasco   -§-   Hall of Justice in Lagnasco


The boardroom, well known as the Hall of Justice is one of the rooms open to visitors in the Western Castle of Lagnasco.
Here the decorations follow the theme of the justice, there are scenes of the emperor Tiberius interspersed with grotesque motifs and invented landscapes of Arbasia .


fotografia castelli lagnasco

20 luglio, 2011

Castello di Levante - Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


Il Castello di Levante in Lagnasco è l'edifico più antico dei tre castelli.
Ha un impianto tipicamente medioevale, caratterizzato da due torri quadrate, una rappresentante il vecchio mastio.
Una loggia più recente permette di avere una panoramica sulle campagne circostanti.
Al suo interno fu ospitato il duca di Savoia Carlo Emanuele I.

Castello di Levante a Lagnasco   -§-   Levanter Castle in Lagnasco


The Levanter Castle of Lagnasco is the oldest building of the three castles.
It has a typically medieval system, characterized by two square towers, on of which is representative of the mastio.
A balcony allows a overview of the surrounding countryside.
Inside his rooms was housed the Duke of Savoy, Carlo Emanuele I.


fotografia castelli lagnasco

19 luglio, 2011

Castello di Mezzo - Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


Il Castello di Mezzo di Lagnasco ospita la bigletteria di visita ed appare, come prima impressione, quello meno restaurato dei tre.
All'esterno presenta, tuttavia, interessanti motivi architettonici.
Gli interni non fanno parte del percorso di visita.

Castello di Mezzo a Lagnasco   -§-   The Middle Castle in Lagnasco


The Middle Castle of Lagnasco houses the ticket office and appears, at the first impression, the least restored of the three buildings.
Outside has, however, interesting architectural motifs.
The interiors are not part of the tour.


fotografia castelli lagnasco

18 luglio, 2011

Castello di Ponente - Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


Il Castello di Ponente a Lagnasco è dei tre quello che incarna di più le fattezze di dimora residenziale. Le sue decorazioni risalgono al 1500, periodo in cui era di proprietà di Benedetto Tapparelli. L'esterno presenta una piccola scala che conduce al primo piano ed in alto una loggetta in parte affrescata a trompe d'oeil.
Le cantine, primo ambiente che si attraversa durante la visita, hanno volte affrescate con il tema del vino e scene della vita di Bacco.

Castello di Ponente a Lagnasco   -§-   Westerly Castle in Lagnasco

The Westerly Castle in Lagnasco is the building of the three that most embodies the features of a residential dwelling. His decorations dating back to 1500, a period when it was owned by Benedict Tapparelli. The exterior has a small staircase leading to first floor and the upper part has a loggia decorated with frescoes and trompe l'oeil.
The caves, first room you pass through during the visit, are painted with the theme of wine and scenes from the life of Bacchus.



fotografia castelli lagnasco

17 luglio, 2011

Castelli Tapparelli d'Azeglio - Lagnasco


fotografia castelli lagnasco


Nel centro di Lagnasco sorge un complesso castello costituito da ben tre strutture risalenti ad epoche diverse e denominate Castelli Tapparelli d'Azeglio, dal nome della famiglia che li ebbe in proprietà e che contribuì maggiormente alla loro decorazione.
Il primo edificio fortilizio risale al 1100, ma il periodo di maggior splendore fu intorno al 1500 grazie all'azione di Benedetto tapparelli che li trasformò in residenza.
I castelli, per via della loro posizione, sono conosciuti come di Levante, di Mezzo, di Ponente.
Sono aperti e visitabili tutte le domeniche con visite guidate a pagamento.

Castelli Tapparelli d'Azeglio a Lagnasco   -§-   Tapparelli d'Azeglio Castles in Lagnasco


In the center of Lagnasco stands a complex castle that consists of three buildings dating in different eras and named Castles Tapparelli d'Azeglio, from the family had owned them and contributed most to their decoration.
The first building fortress dates back to 1100, but the heyday was around 1500 through the action of Benedetto Tapparelli that transformed them into a residence.
The castles, because of their position, are known as the Levant, Middle and Westerly.
They are open and can be visited with guided tours every Sunday for a fee.


fotografia castelli lagnasco

03 giugno, 2011

Il Museo del Cavatappi - Barolo


fotografia museo cavatappi barolo


A Barolo, in pieno centro storico e poco distante dal castello, si trova un museo piuttosto particolare ed in consueto: il Museo del Cavatappi.
Già l'insegna preannucia quello che attende all'interno il visitatore, ossia una vasta collezione di cavatappi comprendente più di 500 esemplari risalenti dal '700 ai giorni nostri. Ci sono pezzi divertenti ed originali, cavatappi con decorazioni preziose, in miniatura o dotati di sistemi multiuso.
Pannelli espositivi ne descrivono le peculiarità in italiano, in inglese e tedesco, mentre il bookshoop offre in vendita bottiglie di Barolo, prodotti per l'enologia e gustosità tipiche delle Langhe.

Museo del Cavatappi a Barolo   -§-   Museum of Corkscrews in Barolo


In old center of the town of Barolo, not far from its castle, there is a museum particular and inusual: the Corkscrew Museum.
The sign hanging on the door preannounce what awaits the visitor inside, where he find a huge collection of corkscrews including more than 500 pieces dating from 700 to today. There are funny and original pieces, corkscrews with precious decoration, in miniature or with multi-purpose systems.
Display panels describing their peculiarities in Italian, English and German, while the bookshoop sells bottles of Barolo, products for the wine and specialties typical of the Langhe.


fotografia museo cavatappi barolo

01 giugno, 2011

Pian delle Gorre - Valle Pesio


fotografia pian delle gorre


Il Pian delle Gorre è un noto pianoro situato a 1032 m di altitudine nel cuore del Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro.
Qui sorge l'omonimo rifugio, ristrutturato da poco, in grado di ospitare 16 persone all'interno di 3 camere da letto dotate di servizi.
Di fronte, un ampio prato attrezzato per fare picnic offre un bel panorama sul massiccio del Marguareis.
Pian delle Gorre è il punto di partenza per molte escursioni in Valle Pesio di diverso livello e durata, tra cui la salita al Rifugio Garelli, al Colle del Duca e al Pis del Pesio


Pian delle Gorre in Valle Pesio   -§-   Pian delle Gorre in Pesio Valley


The Pian delle Gorre is a well-known plateau located at 1032 m. above sea level in the heart of the Natural Park of Alta Valle Pesio and Tanaro.
Here lies the Refuge of Pian delle Gorre, recently renovated, that can host 16 people in three bedrooms with bathroom.
In front, a large lawn equipped for picnics offers a beautiful view of the massive of Marguareis.
Pian delle Gorre is the starting point for many excursions of different levels and duration in the Pesio Valley, including the climb to the Rifugio Garelli, to the Passo del Duca and to the Pis del Pesio




fotografia pian delle gorre

29 maggio, 2011

I decori del Castello del Roccolo - Busca


fotografia castello roccolo busca


Il Castello del Roccolo pur non essendo un vero e proprio maniero, ma più una residenza di campagna, si contraddistingue per i suoi ricchi decori formati da motivi floreali, intrecci, archi moreschi, merli ghibellini, bifore cuspidate e, sulla facciata secondaria, cherubini insolitamente ritratti con le ali chiuse.
Gli interni, non fotografabili, presentano pareti dipinte secondo la tecnica del trompe-l'oeil e, nella Sala degli Stucchi, un soffitto con ricco intreccio di stucco bianco su sfondo blu. Quasi un ricamo.


Decori del Castello del Roccolo a Busca   -§-   The decorations of the Roccolo's Castle in Busca


The Castle of Roccolo although it isn't a real castle, but more a country house, is distinguished by its rich decorations consist of floral motifs, plots, Moorish arches, battlements Ghibellines, cuspidate and mullioned windows and, on the secondary facade, unusually cherubims portrayed with wings closed.
The interior, that can't be photographer, have walls painted with trompe-l'oeil and, in the Sala degli Stucchi, we can see a ceiling with a rich blend of white plaster on a blue background. Like an embroidery.


fotografia castello roccolo busca

28 maggio, 2011

Il Parco del castello del Roccolo - Busca


fotografia castello roccolo busca


Il Castello del Roccolo a Busca è circondato da un grande parco secolare di circa 500.000 metri quadri realizzato secondo lo stile di giardino romantico, molto in voga nell'Ottocento. Terrazzamenti collegati da scalinate, laghetti, giochi d'acqua, statue, grotte, angoli romantici ,in parte opera del paessagista Xavier Kurten, si alternano tra loro permettendo piacevoli passeggiate.

Parco del Castello del Roccolo a Busca   -§-   The park of the Roccolo's Castle in Busca


The Castle of Roccolo in Busca is surrounded by a large park of about 500,000 square meters built in the style of a romantic garden, very popular in the nineteenth century. Terraces connected by stairs, ponds, fountains, statues, grottoes, romantic spots, in part designed by Xavier Kurten, are alternating between them allowing a nice walk.


fotografia castello roccolo busca

Il Castello del Roccolo - Busca


fotografia castello roccolo busca


A pochi chilometri da Cuneo, nel paese di Busca, si trova un piccolo gioiello architettonico: il Castello del Roccolo.
Si tratta di una residenza estiva d'inizio Ottocento fatta costruire dalla famiglia Tapparelli d'Azeglio.
Lo stile che lo contraddistingue è quello neo gotico.
La facciata di color mattone, delimitata da due graziose torrette circolari merlate, presenta file di finestre a bifora cuspidate e orlate di ricchi intrecci ed ornamenti.
Il pezzo forte è l'ingresso con lo scalone a tenaglia che riporta motivi di trifogli ed una fontana non più in funzione. Dietro lo scalone c'è un magnifico portone costituito da un doppio battente in legno cesellato ed una vetrata realizzata in stile liberty.

Castello del Roccolo a Busca   -§-   Roccolo Castle in Busca


A few miles from Cuneo, in the town of Busca, there is a small architectural gem: the Castle of Roccolo.
This was a summer residence built in the early nineteenth century by the family of of the Marquis Tapparelli d'Azeglio.
The style that sets him apart is the neo-gothic.
The facade made of red brick, bordered by two pretty circular towers with battlements, has rows of windows mullioned cuspidate and edged with rich plots and ornaments.
The highlight is the entrance by the "pincer" staircase embellished with motifs of clover and a fountain. Behind the staircase there is a magnificent gate with a double wooden swing and an engraved glass made ​​in Art Nouveau style.


fotografia castello roccolo busca

24 maggio, 2011

La Quintessenza di scena a Savigliano


fotografia Quintessenza Savigliano


Giunta quest'anno alla 14esima edizione, Quintessenza è la manifestazione dedicata alle erbe, le spezie ed i fiori che si tiene annualmente nel mese di maggio nella città di Savigliano.
Piazza Santarosa ed il centro storico si animano di bancarelle, di colori, di profumi, mentre espositori specializzati offrono consigli per la cura della persona, la casa ed il giardinaggio.
Da quest'anno è stato allestito anche un interessante angolo etnico dove degustare the alla menta, pasticcini tipici e farsi fare un tatuaggio all'hennè.





Quintessenza a Savigliano   -§-   Quintessenza in Savigliano


At its 14th edition Quintessenza is the event dedicated to herbs, spices and flowers, held annually in the month of May in Savigliano.
Piazza Santa Rosa and the old town come alive with stalls, colors and scents, while specialized exhibitors offer tips for personal care, home and gardening.
This year has been set up also an interesting angle where you can taste ethnic mint tea, traditional pastries and getting an henna tattoo.





fotografia Quintessenza Savigliano




Informazioni su Quintessenza su Ente Manifestazioni Savigliano

23 maggio, 2011

La Provincia di Cuneo in foto è su Travel Avenue

Il sito di viaggi Travel Avenue ci ha contattati dandoci la possibilità di aderire al loro programma "Travelavenue favorite blog 2011" che coinvolge già diversi blogger europeri che si sono distinti per qualità del contenuto e l’originalità.

D'ora in avanti, quindi, una selezione dei nostri articoli sarà pubblicata anche su Travel Avenue.
Potete vedere quelli già scelti dalla redazione cliccando sul pulsante qui sotto

La Guida di Viaggio-Recensioni per Viaggiatori


The travel site Travel Avenue giving us the opportunity to join to their program "Travelavenue favorite blog 2011" that involves several european bloggers who have excelled in quality and originality of the content.

From now a selection of our articles will be published also on Travel Avenue.
You can see the ones already chosen by the the editorial team clicking on the button above

21 aprile, 2011

Passeggiata al Pis del Pesio - Valle Pesio


Fotografia Pis del Pesio


L'escursione al Pis del Pesio è una delle più semplici da compiere in Valle Pesio ed è particolarmente interessante in primavera ed autunno, quando la portata d'acqua del Pesio è maggiore ed aumenta la gettata delle cascate.
La passeggiata richiede all'incirca un ora e mezzo di cammino, su un sentiero particolarmente agevole, eccetto all'inizio primavera, quando possono esserci ancora macchie di neve.
Il percorso inizia a Pian delle Gorre dove s'imbocca il sentiero che scende verso il bosco ed il Rio Salto per risalire, poi, verso il Gias Fontana e la sua radura. Da qui si rientra nel bosco ed in breve si raggiunge la cascata.


Passeggiata al Pis de Pesio   -§-   Trekking to Pis of Pesio


The excursion to the Pis of Pesio is one of the easiest to do in Valle Pesio and is particularly attractive in spring and autumn when the water flow of Pesio is higher and the cast of the falls increases.
The walk takes about an hour and a half journey on a path very easily, except in early spring when there can still be patches of snow.
The route begins at Pian delle Gorre where we take the path that descends to the forest and to the Rio Salto, and rise again to the Gias Fontana and its plateau. From here the route crosses the forest and soon reach the waterfalls.


Fotografia Pis del Pesio




Il percorso completo su Turisti a zonzo

20 aprile, 2011

Il Pis del Pesio - Valle Pesio


Fotografia Pis del Pesio


Il Pis del Pesio non è altro che la sorgente del fiume Pesio.
Si trova nell'omonima valle, all'interno del Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro e rappresenta uno dei più importanti fenomeni carsici delle Alpi Liguri La caratteristica di questa sorgente è il fatto che sia posta all'interno di una parete calcarea, risorgiva di una vasta rete idrologica sotterranea che raccoglie le acque che provengono dalla soprastante Conca delle Carsene e dal Piano Ambrogi, al piedi del massiccio del Marguareis.
Nei periodi più ricchi d'acqua, e quindi in primavera ed autunno, il livello del torrente sotterraneo si alza a tal punto che l'acqua esce sotto forma di cascate da una grotta posta a 25 metri di altezza generando una serie di spettacolari cascate.

Pis del Pesio in Valle Pesio -§- Pis of Pesio in Pesio Valley


The Pis of Pesio is the source of the river Pesio.
It is located in the Pesio Valley, inside the Natural Park of Alta Valle Pesio and Tanaro and represents one of the largest karstic featurein the Ligurian Alps.
The characteristic of this source is that it is placed inside a limestone wall, resurgence of a vast underground hydrological network that collects the water coming from the Basin Plan and Carsen Ambrogi, at the the foot of the Marguareis. In spring and autumn,when it raining often, the level of the underground stream rises to the point where the water comes out falling from a cave at 25 meters high, generating a series of spectacular waterfalls.


Fotografia Pis del Pesio

17 aprile, 2011

Italiae 150 a Cuneo


Fotografia italia 150


Piazza Galimberti si è colorata di tricolore con l'arrivo a Cuneo della manifestazione Italiae 150 promossa dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli. Questo evento itinerante che coinvolge i bambini di 150 città italiane ha lo scopo di avvicinare anche i più piccoli alla storia ed alla festa per i 150 anni dell'Unità d'Italia.
I bambini hanno pitturato grandi cartelloni con i simboli della nostra città ed hanno intrecciato un'enorme Italia. Il lancio dei palloncini verdi, bianchi e rossi ha posto fine all'evento.

Italiae 150 Cuneo -§- Italiae 150 Cuneo


Piazza Galimberti is colored in green, white and red with the arrival of the event Italiae 150 sponsored by the Education Department of the Castello di Rivoli. This itinerant event that involves the children of 150 Italian cities, aims to initiating the young people to know the history of your country and to celebrate the 150th anniversary of the Unification of Italy.
The children painted large banners with the symbols of our city and have interwoved a huge Italy. The launch of green balloons, red and white ended the event.


Fotografia italia 150

05 aprile, 2011

Bre Banca Lannutti Cuneo: la squadra del cuore


Fotografia palabrebanca cuneo


Già alla fine degli anni '50 Cuneo aveva una sua squadra di volley, ma è a partire dal 1989, quando viene promossa in serie A1, che inizia il suo successo.
Da allora la Bre Banca Lannutti Cuneo ha vinto diverse competizioni prestigiose tra cui la Coppa Cev, la Supercoppa Europea e finalmente, lo scorso anno, il Campionato italiano.
Nelle foto un allenamento.


Bre Banca Lannutti Cuneo -§- The team of Bre Banca Lannutti


Cuneo had its volleyball team since the end of the 50s, but it's only from 1989, when it is promoted in the A1 series, that its success begins.
The Bre Banca Lannutti Cuneo has won several prestigious competitions including the CEV Cup, European Super Cup and finally, last year, the Italian Championship.
The photos show a training section.



Fotografia palabrebanca cuneo

02 aprile, 2011

Il Palabrebanca: cuore del volley cuneese


Fotografia palabrebanca cuneo


Il Palabrebanca è il luogo dove batte il cuore del volley cuneese.
Qui, infatti, avvengono le sfide del campionato A1 della squadra Bre Banca Lannutti Cuneo, campioni d'Italia 2010.
Si tratta di una costruzione circolare in grado di ospitare fino a 4700 persone.
Oltre che per la pallavolo è utilizzato per grandi eventi sportivi e per concerti e spettacoli.

Il Palabrebanca di Cuneo -§- The Palabrebanca in Cuneo


The Palabrebanca is where the Cuneo volley's heart beats.
Here, in fact, occur the season A1 challenges of the Bre Banca Lannutti Cuneo team, national champions in 2010.
It is a circular building that can accommodate up to 4700 people.
In addition to volleyball is used for large sporting events, concerts and shows.



Fotografia palabrebanca Cuneo

29 marzo, 2011

Le statue del Castello di Govone


Fotografia Castello Govone


La facciata del Castello di Govone è abbellita, oltre che da una scala monumentale anche da bassorilievi e statue seicentesche in marmo provenienti dalla Reggia di Venaria Reale.
I telamoni posti sulle colonne che sorreggono il portale e la terrazza e le varie figure che decorano la facciata sono provenienti dalla fontana d’Ercole e dal Tempio di Diana smantellati in occasione del rifacimento dei giardini di Venaria.


Le statue del Castello di Govone -§- The statues of Govone's Castle


The facade of the Govone's Castle is decorated , as well as a monumental scale, also with bas-reliefs and statues in marble, dated seventeenth-century, coming from the Palace of Venaria.
The atlas figures on columns holding up the portal and the terrace and the various figures that decorate the facade are from the fountain of Hercules and the Temple of Diana dismantled during the renovation of the gardens of Venaria.


Fotografia Castello Govone

28 marzo, 2011

Il Castello di Govone


Fotografia Castello Govone


La città di Govone, situata a metà strada tra Alba ed Asti, ospita un castello appartenuto sin dal XIII ai Conti Solaro. L'edificio, dominante le colline del Roero, si compone di tre piani, ha una facciata ricca di decorazioni e abbellita da un doppio scalone d'onore con rampe e balaustre in marmo.

Il Castello di Govone   -§-   The castle of Govone


The city of Govone, located halfway between Asti and Alba, hosted a castle belonging since the XIII to the Counts Solaro. The building, overlooking the Roero hills, consists of three floor and a facade richly decorated and adorned with a double grand staircase with marble balustrades and ramps.


Fotografia Castello Govone

27 marzo, 2011

Tulipani a corte - Castello di Govone


Fotografia Castello Govone


Ogni anno, nel mese di marzo, si tiene presso il Castello di Govone, uno spettacoloso evento botanico: la fioritura di tulipani rossi che a migliaia crescono spontanei nel parco intorno al castello.
Per celebrare questo evento l'ultimo weeken di Marzo viene organizzata una festa, detta Tulipani a Corte con esposizione di prodotti artigianali, momenti musicali, spettacoli per bambini e visitate guidate al castello.
Quest'anno la primavera è un pò in ritardo e la fioritura non è ancora al massimo del suo splendore.

Tulipani a corte a Govone   -§-   Tulips at court in Govone


Every year in March, at the Castle of Govone, there is a spectacular botanical event: the flowering of thousands of red tulips that grow wild in the park around the castle.
To celebrate this event the last weekend of March is organized a festival called Tulips in Court with expositions of handicrafts, musical moments, children's shows and guided tour of the castle.
This year spring is a little late and flowering is not yet in its full splendor.


Fotografia Castello Govone

21 marzo, 2011

Primavera in provincia di Cuneo


Fotografia Cuneo


Finalmente sembra arrivata la primavera anche qua!!
Ecco i primi alberi in fiore.

Primavera in Provincia di Cuneo   -§-   Primavera in Provincia di Cuneo


Finally it seems that spring has arrived also in the cold Province of Cuneo !!
Here are the early flowering trees.


Fotografia Cuneo

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...